vendere-made-in-italy-online

Vendere made in Italy online: è sempre una buona idea

Nel corso degli ultimi anni, le piattaforme di e-commerce hanno acquisito una quantità sempre crescente di clienti. Entrando nel particolare, la vendita del made in Italy online viene considerata un’ottima idea da buona parte dei potenziali investitori. Ecco cosa bisogna fare quando si sceglie di entrare in un settore di questo genere, con la prospettiva di ottenere guadagni economici più che soddisfacenti senza la necessità di dover sostenere troppi sforzi.

Perché vendere made in Italy online

In tempi recenti, il mercato del made in Italy sta vivendo una fase di profondo rinnovamento. I prodotti nostrani riscuotono successo in tutta Europa e non solo grazie ad una qualità sempre superiore rispetto alla media. Gli accessori fabbricati in Italia piacciono ad una vasta cerchia di potenziali clienti e costituiscono un’etichetta in grado di essere garanzia di convenienza. Facendo un discorso più ad ampio raggio, il mercato digitale sta raggiungendo proporzioni enormi a livello europeo e sembra non aver ancora espresso il massimo delle proprie potenzialità. Le motivazioni per ricevere grandi soddisfazioni dal made in Italy online non mancano assolutamente e vanno tenute d’occhio al fine di dare vita ad una piattaforma di e-commerce capace di durare nel tempo.

I settori capaci di generare più profitti

In base a quanto dichiarato da uno studio portato avanti dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, tre settori riescono a fungere da ottimo traino per l’intero mercato online italiano.

  • In primo luogo, l’ambito relativo all’arredamento domestico fa segnare una crescita esponenziale. Quello italiano viene da sempre considerato come un popolo dalla creatività fuori dal comune, con la capacità di fornire soluzioni stilistiche di primo piano. Quale elemento può mettere in risalto tali qualità più dell’arredamento?
  • Il secondo settore, che riscuote un ottimo successo a livello internazionale, è la moda. Non a caso, Milano viene considerata come la capitale assoluta d’Europa e ogni anno ospita eventi nei quali mostra una lunga serie di nuove tendenze.
  • Infine, non ci si può dimenticare delle eccellenze gastronomiche. Il cibo italiano viene ritenuto da molti come il migliore in assoluto, con una sequenza infinita di pietanze straordinarie in ogni singola regione.

A tutto ciò bisogna aggiungere l’attività costante di piccoli e medi artigiani, che da sempre costituiscono il fulcro della produzione nostrana e fanno in modo che continui a garantire ottime soddisfazioni a livello nazionale ed internazionale.

I motivi dell’investire su una piattaforma di e-commerce

Per quali motivazioni è conveniente scegliere di investire su un e-commerce basato sul made in Italy? Ciò che conta è saper selezionare le leve giuste, con la prospettiva di catturare l’attenzione di un elevato volume di clienti. Ecco alcuni elementi importanti in questo senso.

  • Prima di tutto, bisogna puntare su prodotti originali, che siano poco presenti sia nei negozi fisici che negli e-commerce su vasta scala come e-Bay e Amazon.
  • In secondo luogo, è importante saper scegliere una nicchia di mercato nella quale eccellere rispetto alla concorrenza. I prodotti online generalisti sono molto difficili da vendere: meglio scegliere poche proposte nelle quali specializzarsi e sbaragliare gli avversari diretti.
  • Al tempo stesso, è necessario sapersi muovere in un ambito nel quale c’è poca offerta. Se si riesce a selezionare un prodotto molto richiesto e con poca concorrenza, si hanno maggiori probabilità di raggiungere soddisfazioni economiche e professionali superiori.
  • Inoltre, chi vende il made in Italy online dovrebbe essere il produttore stesso dei modelli che dovrebbe scegliere cosa mettere in vendita. In questo modo, si risparmia sulle spese di acquisto e si possono ottenere guadagni maggiori.

Ad ogni modo, prima di avventurarsi nel settore dell’e-commerce, bisogna andarci con i piedi di piombo e tenere d’occhio tutte le variabili possibili. Solo agendo con cognizione di causa, è possibile fare in modo che tale attività risulti fruttuosa.

I vantaggi della vendita su piattaforme di e-commerce

Una volta avviata un’attività basata sulla vendita di prodotti made in Italy online, bisogna prendere in seria considerazione i suoi vantaggi potenziali. Eccoli di seguito.

  • I costi fissi di un’impresa basata su sedi virtuali e non fisiche sono dimezzati. Infatti, è possibile non pagare le utenze relative ad acqua, luce, gas, telefono fisso ed Internet. Al tempo stesso, tali spese vanno devolute sulla gestione della piattaforma di e-commerce e del magazzino corrispondente, con un reparto logistica che deve essere di ottima qualità.
  • Molto importante è l’allargamento della cerchia di clienti. Infatti, un servizio online di questo tipo può raggiungere un bacino d’utenza enorme, con la chance di aprire nuovi canali d’acquisto. La controindicazione è rappresentata dall’aumento degli acquirenti occasionali, che tendono ad effettuare una sola transazione prima di abbandonare lo shop online.
  • La possibilità di vendere a qualsiasi ora della giornata è senz’altro un altro vantaggio da considerare. Infatti, l’apertura 24 ore su 24 senza sforzi apparenti facilita il lavoro di chi intraprende una strada del genere. Al tempo stesso, anche l’assistenza tecnica deve essere sempre in funzione e ciò, alla lunga, potrebbe diventare snervante.

A questi tre elementi essenziali, tocca aggiungere la prospettiva di incrementare il fatturato in misura esponenziale, senza dover tenere d’occhio ogni giorno lo stato del proprio magazzino. Ciò che conta è sapersi muovere nel proprio settore di competenza e proporre modelli made in Italy capaci di catturare l’attenzione di un pubblico sempre più ampio e variegato.

Collaborare con e-commerce già avviati

Se non si possiede un elevato spirito imprenditoriale e non si ha l’intenzione di iniziare una vendita del made in Italy online in maniera totalmente autonoma, non mancano le alternative che possono garantire notevoli soddisfazioni. Per esempio, chi vuole può avviare una collaborazione con e-commerce ben avviati, come per esempio esconti.it. In tali casi, è consigliabile affidarsi a realtà simili rispetto alla propria, facenti parte di un settore commerciale con una certa affinità (nel caso su citato, arredamento e faidate). Inoltre, in piena coerenza con la natura dei vari prodotti, sarebbe meglio stringere partnership con aziende italiane, ponendo ulteriormente in evidenza un aspetto del genere.

Written by

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *